Storie

La Prospettiva

“E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi”

(Giovanni 1,14)

Narra un’antica storia che il giorno in cui la Terra sorse, il Cielo si innamorò di lei.

Dall’alto della sua volta egli ne ammirava la fertilità, la solidità e la varietà di forme e di colori.

Presto anche la Terra iniziò a ricambiare il sentimento di cui era oggetto e così anch’essa s’innamorò del Cielo, della sua immensità, della sua purezza, della sua freschezza.

Ed il loro amore risaltava nei doni che reciprocamente si scambiavano: il Cielo bagnava la Terra con la sua pioggia e la Terra rendeva al cielo l’aria pulita dei suoi alberi.

Il cuore di entrambi, però, era velato di tristezza. Infatti, pur essendo così vicini l’uno all’altra, non potevano toccarsi ed il loro sogno d’amore restava incompiuto.

Si amarono tuttavia da lontano, per tanto tempo, fino al giorno in cui la Provvidenza, commossa dalla perseveranza di quel sentimento, decise di regalare al Cielo ed alla Terra un luogo dove si potessero finalmente incontrare.

Fu allora che nacque l’Orizzonte.

Standard