Storie

Ante Domini

Così l’uomo discese nella valle e disse: “Qui ci sarà pace e prosperità. Qui troverò la felicità”. L’uomo costruì la sua casa nella valle e seminò il suo campo, si sposò ed ebbe figli. Poi un giorno l’alluvione coprì la valle distruggendo le case, i campi ed annegando l’uomo.

Allora i figli dell’uomo seppellirono i loro padri e dissero: “Nella valle non c’è felicità, andiamo sulla montagna, là non viene l’alluvione, là troveremo la felicità”. E sulla montagna il figlio dell’uomo costruì la sua casa, allevò il suo bestiame, si sposò ed ebbe figli. Poi un giorno il terremoto aprì la montagna inghiottendo le case, il bestiame e seppellendo il figlio dell’uomo sotto le pietre.

Allora i figli dei figli dell’uomo piansero i loro padri e dissero: “Sulla montagna non c’è la felicità, andiamo nella foresta, là non crollano le pietre ed il terreno non si spalanca sull’abisso, là troveremo la felicità”. Così il figlio del figlio dell’uomo entrò nella foresta e qui trovò la casa negli alberi ed il suo cibo nella cacciagione, si sposò ed ebbe figli. Poi un giorno un fulmine incendiò la foresta bruciando gli alberi e gli animali ed i figli dei figli dell’uomo trovarono la morte tra le fiamme.

Allora i loro figli pregarono sulle ceneri dei loro padri e dissero: “Nella foresta non c’è la felicità, scendiamo nella valle, là il fulmine non potrà colpire e ci sarà pace e prosperità. Là troveremo la felicità”.

E così l’uomo discese nella valle…

Standard